TERRA 2009: giallo POST.IT

15 settembre 2009
centrostudi_master

programma attività centro studi Dante BighiProseguono le attività del Centro Studi Dante Bighi ad un anno di distanza dalla riapertura della Villa e dalla nascita del omonimo Istituto culturale. Dal 13 settembre al 18 ottobre sarà la volta di TERRA 2009: giallo POST.IT che aprirà, le festività del Settembre Copparese, con una installazione dedicata alla terra come territorio a cui seguirà l’inaugurazione di una mostra collettiva di fotografia dedicata alla terra come patrimonio e poi ancora la posa, nel Parco della Villa, di una scultura proveniente dalla Fondazione Cocchi di Molinella, dedicata alla terra come opera. Nei giorni a seguire si alterneranno seminari, serate musicali, teatrali e di beneficenza, conferenze mattutine dedicate al mondo dell’immagine ed al diritto d’autore nell’epoca contemporanea e giornate studio rivolte all’immagine produttiva del Mandamento Contemporaneo. Chiuderà il programma, la mattinata di domenica 18 ottobre, con letture dedicate al mondo dei bambini accompagnate da esperienze di “cross planting” che prevedono il regalo e lo scambio di alberi da piantare come gesto di riconciliazione con la terra Madre.

Le attività del programma TERRA 2009: giallo POST.IT, presentate nella rassegna settembrina, sono la sintesi di pensieri, azioni e progetti sviluppati dal Centro Studi Dante Bighi durante l’anno 2009, con la collaborazione di Scuole, Enti, Associazioni, Istituti e Università presenti nel territorio provinciale, regionale e nazionale. Il Centro Studi ha dedicato la prima parte del 2009 al fenomeno del “radicamento” inteso come posizionamento del proprio ruolo di Istituto all’interno del territorio ferrarese, mentre, ha rivolto, la seconda parte dell’anno, al “ri-orientamento” di quella identità che Dante Bighi creò per la Villa e che oggi vira verso percorsi contemporanei.

L’ultima produzione in ordine di tempo è rappresentata dal sito web www.centri-contemporaneo-er.it. Un dominio in terra virtuale per una rete reale che sta nascendo in Emilia Romagna dedicata alla “produzione del contemporaneo”. Questo progetto, di cui il Centro Studi è capofila, è stato sviluppato in collaborazione con la Casa Museo Remo Brindisi del Lido di Spina e le Torri dell’Acqua di Budrio in provincia di Bologna.
CPC – acronimo di Centri di Produzione del Contemporaneo, è il risultato di una fitta rete di relazioni e attività che, tre luoghi periferici (rispetto ai grandi centri urbani), sono riusciti a creare per risignificare, nell’epoca attuale, il senso di Cultura associato al senso di Identità nonché il senso di Cultura abbinato al significato di produzione.
L’atto conclusivo, a cui verrà demandata la raccolta di tutte queste esperienze, sarà la curatela, la stesura e la produzione del ALMANACCO 2009 come annuario al quale, il Centro Studi, affiderà il ruolo di “gran divulgatore”.