A TRESIGALLO personale DI PAMBIANCHI

26 ottobre 2011
centrostudi_master

pambianchi Tresigallo 2011Non ci poteva essere connubio migliore, nelle vicinanze geografiche e mentali, tra le opere su tela e tavolette di Enrico Pambianchi ed la Casa dei Sogni di Tresigallo da poco restaurata e riportata alla sua eterea semplicità.

Sabato 29 ottobre alle 18, in via del Lavoro a Tresigallo, l’artista, presenterà al pubblico, i suoi ultimi lavori prima di iniziare un tour espositivo, che lo vedrà impegnato a Ferrara, Mantova, Reggio Emilia, Milano e Londra.
Il luogo, metafora di un viaggio onirico, ospiterà 35 lavori che spesso, si confrontano, con l’universo chimerico. Sogni, o meglio visioni, che attingono, dal mondo reale, situazioni e personaggi in cerca di redenzione. Nel volto del capo di stato cinese Mao Tse-tung si annidano alieni e crescono margherite. I personaggi, che in varia misura sono appartenuti alla storia, al cinema, all’arte, e che da sempre hanno lasciato un terrificante ricordo di se, vengono “salvati” dalla pittura a tecnica mista di Pambianchi e fissati nel mondo dell’arte attraverso l’iperrealismo visionario dell’autore. Il pittore rappresenta la realtà partendo da una immagine fotografica ingrandita e riportata come disegno o collage all’interno, di una scena, concepita come progetto irrealistico o immaginario.

A distanza di pochi mesi, dal successo ottenuto con una mostra personale presso il Centro Studi Dante Bighi di Copparo, si rinnova l’idea della “cultura itinerante” con un progetto realizzato ad hoc per Enrico Pambianchi dal centro studi Dante Bighi, che, per questa occasione, è anche curatore scientifico delle attività. L’allestimento degli ultimi lavori del pittore ferrarese sarà arricchito da un catalogo disegnato per l’occasione e dalla proiezione di un filmato muto dedicato a Frankenstein, soggetto di ricerca principale del percorso artistico di Pambianchi. La mostra, nata grazie alla collaborazione del centro studi Dante Bighi con il Comune di Tresigallo e l’Assessorato alla Cultura, rimarrà aperta fino al 19 novembre.