SEMINARIO sul riuso degli spazi

28 maggio 2014
centrostudi_master

manifesto_2014_02_SEMINARIO_ORDINE_copia_bigMartedì 24 giugno il centro studi Dante Bighi ospita un seminario su Creatività, sfera pubblica e riuso sociale degli spazi, promosso dall’Ordine degli Architetti di Ferrara e dalla Fondazione Architetti di Ferrara. Il seminario, tenuto da Gianfranco Franz e Francesco Gastaldi, intende mettere in evidenza la sfida di sviluppare processi creativi su sfera urbana, sfida che dipende da diversi fattori solo in parte controllabili dagli attori in campo. Dì per se la creazione di semplici occasioni di confronto, scambio e dialogo tra istituzioni e società, tra istanze dal basso e poteri dall’alto non è quasi mai sufficiente rispetto all’innovazione sostanziale delle modalità di gestione dei problemi collettivi.
La Produzione creativa di servizi non convenzionali con il ruolo fondamentale delle Pubbliche Amministrazioni e il riuso sociale degli spazi sono una strada percorribile e che va mostrata.

Si punta a migliorare o sviluppare le competenze rispetto ai temi oggi emergenti della creatività urbana e del riuso urbano innovativo. Essere a conoscenza delle buone pratiche nazionali ed internazionali di riuso creativo degli edifici dismessi e/o sottoutilizzati e degli ambiti urbani in declino. Essere a conoscenza delle politiche ottimali per promuovere e favorire lo sviluppo della creatività territoriale.

ABSTRACT PROGRAMMA SEMINARIO
Fin dalla metà degli anni ’80 si è iniziato a porre l’accento sulla rilevanza della creatività urbana per promuovere processi di rigenerazione sociale e spaziale delle città. Dalle prime riflessioni di Charles Landry si è arrivati a quelle degli anni 2000 di Richard Florida, per poi assistere al vero e proprio fiorire di esperienze e casi pionieri in seguito alla crisi finanziaria ed economica iniziata nel 2008, che hanno portato alla ribalta i nuovi concetti di makers, di riuso a bassa intensità di capitali e a bassa definizione progettuale.
Il seminario intende mettere in evidenza l’importanza delle definizioni, la loro provenienza, la loro attuale interpretazione, anche indagando la dimensione delle politiche per la creatività applicate al mondo della piccola e media impresa.

Per info: www.ordinearchitetti.fe.it